Pedali per sintetizzatori.

In questo articolo vi mostreremo alcune tipologie di pedali da usare con sintetizzatori, ma, ovviamente, anche con le vostre chitarre e altri strumenti elettrici. I pedali effetti per chitarra hanno aperto un mondo per colorare i suoni dei sintetizzatori, compatti, diretti nell’utilizzo e, tanti, tantissimi modelli tra cui scegliere e da inserire nel proprio set up.

Ma partiamo dall’inizio, è proprio nel Rock ‘n Roll degli anni ’50 / ’60 che troviamo i primi pedali effetti per chitarra, Overdrive, Fuzz, Reverb, sono alcuni degli effetti che musicisti e gruppi rock usavano per dare potenza, carattere, ed impatto alle loro chitarre.

Nell’immagine diversi tipi di pedali effetti per chitarra.

Jimi Hendrix, i Deep Purple, i Rolling Stones, i Pink Floyd, Led Zeppelin e tantissimi altri ancora hanno lasciato il segno nella storia della musica grazie a riff o assoli di chitarra accompagnati da effetti attivati da pedali.

Esempio di catena chitarra, pedale effetti, amplificatore.

Esistono tantissimi modelli, ognuno con le sue caratteristiche, ognuno con i suoi parametri e col suo prezzo. Avere il diretto controllo di un effetto in un live elettronico ti permette di rendere unico il tuo live e sopratutto è molto divertente, si possono ottenere situazioni davvero irripetibili.

Alcune tipologie di pedali effetti.

Facciamo una piccola rassegna dei principali pedali effetti per chitarra per capire quale fa più al caso nostro.

Distorsore

Il distorsore è stato il primo pedale effetto. Il compito di questo pedale è quello di snaturare il segnale in entrata, creando un suono “distorto” appunto e la sua caratteristica è quella di portare a saturazione (al massimo volume) il segnale di uno strumento dandogli una timbrica priva di morbidezza.

Nei due video a seguire, il suono distorto di una chitarra in un bellissimo Blues firmato James Cotton e, a seguire, l’utilizzo di uno stesso effetto, ma più moderno, su un Volca Bass.

Il pedale nel video è della BOSS (costola della ROLAND, quella dei sintetizzatori), una ditta conosciutissima per la quantità e qualità di pedali effetti davvero importante.

Foto artistica di vari pedali effetti della Boss.

Esistono moltissimi modelli di pedali per “sintetizzatori” atti a distorcere il suono, noi ve ne consigliamo alcuni tra i più usati.

TC Electronic Dark Matter Distortion

SITO UFFICIALE: https://www.tcelectronic.com

DUNLOP MXR M 75 SUPER BADASS DISTORTION

BEHRINGER OD300 OVERDRIVE/DISTORTION

SITO UFFICIALE: https://www.behringer.com

Wah-Wah Pedal

Il pedale WAH-WAH (o semplicemente il WAH Pedal), altera il Tono e le Frequenze del suono, quasi come se imitasse la voce umana fare “wah-wah”, chiamato anche Crybaby perché “ricorda” il pianto di un bambino piccolo.

Nei video, gli Stone Roses con “Elephant Stone” e il Wah sulla chitarra.

In questo video l’effetto wah pedal con un Microbrute, un sintetizzatore monofonico dell’ Arturia, poi verranno utilizzati altri effetti, ma è il primo che sentiamo quello che ci interessa.

Ve ne proponiamo un paio, un piccolo Wah pedale dalla JIM DUNLOP.

JIM DUNLOP CRY BABY

JOYO WOW WAH AUTO PEDAL

SITO UFFICIALE: https://www.joyoaudio.com

Flanger

Qua il suono in entrata nel pedale effetto viene leggermente ritardato e modulato fino ad ottenere un suono simile a quello di un “elicottero”. Nel primo del gruppo rock inglese Electric Light Orchestra, a 2′ e 41” , abbiamo un esempio di effetto Flanger.

Qua il pedale effetto su un sintetizzatore monofonico clone della TR 303, l’ x0xb0x.

Come sentirete in quest’altro video, ogni marca di pedali dà il meglio di se per rendere diverso lo stesso effetto, scegliete accuratamente quello che più fa per voi.

Phaser

Un pedale Phaser, o Phase Shifter, è uno dei primi effetti per chitarra ed è stato usato nella musica psichedelica degli anni ’60 per quell’effetto vorticoso. Un Phaser prende il suono del segnale di input, lo duplico e la sposta fuori fase. Per fare ciò si impiega un filtro all-pass, che non elimina alcuna frequenza ma varia la fase del segnale audio; questo ritardo di fase è quindi modulato mediante un LFO e infine sommato, invertito di 180°, al segnale originale. Ecco nel video come lavora un pedale effetto Phaser. Il pedale è un TC Electronic Blood Moon Phase.

Nel prossimo video vedremo Flanger e Phaser a confronto con un Roland JP8000.

A 4′ e 5” secondi si vede un pedale effetto Phaser della MXR, il Phase 90 messo a confronto con un altro Phaser, lo Small Stone.

Lo Small Stone Phase Shifter della ditta Electro Harmonix accompagna il Minilogue della Korg.

Qui abbiamo un modello più recente della stessa casa produttrice, cliccate sull’immagine per le caratteristiche del pedale effetto.

Riverbero

Il riverbero è quel suono che sentiamo come unico, ma composto da tutte quelle onde sonore di un suono che “rimbalzano” nell’ambiente prima di arrivare al nostro orecchio.

Vi mostriamo subito qualcosa di incredibilmente bello e costoso, il BigSky della ditta Strimon.

Siamo ben consci del fattore prezzo, ma la resa sonora è davvero fantastica. Esistono anche altri modelli di pedale effetti riverbero che costano molto meno ed hanno una resa dell’effetto altrettanto valida.

TC Electronic Hall Of Fame 2

Behringer DR600 Digital Reverb

Delay ed Echo

L’ effetto Delay permette di registrare un segnale e farlo riprodurre dopo l’originale, per un periodo di tempo impostato da chi lo utilizza. L’effetto Echo è molto simile, le registrazioni riprodotte hanno ripetizioni molto più distanti tra di loro.

Presentiamo un video che mostra come un pedale effetto delay lavora con un sintetizzatore monofonico, il ROLAND SH-101.

Ad un prezzo davvero economico, un pedale effetto Riverbero di tutto rispetto, ecco il Behringer VD400 con un Volca Keys.

E qua vi presentiamo, tra gli esempi di pedali per sintetizzatori, un Delay della STRYMON che vi farà impegnare un rene per comprarlo perché è bellissimo, Il TIMELINE su un KORG MS 20.

Chorus

Il pedale effetto Chorus aggiunge lievi ritardi con tonalità differenti al segnale originale, rendendolo “più grosso” e con più armonia, come se ascoltassimo un coro che canta lo stesso brano ma con tonalità differenti.

Nel video vediamo un’applicazione di un effetto Chorus con un sintetizzatore Reface CS della Yamaha.

Un pedale per sintetizzatori accattivante e dal suono davvero avvolgente è lo SMALL CLONE EH 4600 della Electro Harmonix.

Il June 60 della TC Electronic è stato ridisegnato dal famoso effetto Chorus integrato nel sintetizzatore della ROLAND JUNO-60. Nessun potenziometro, solo bottoni.

Tremolo

Il pedale per sintetizzatori Tremolo genera un’oscillazione del volume del segnale dandogli quell’effetto altalenante che rende il suono “romantico”. Nel video vediamo a 5 minuti e 10 secondi un Tremolo in azione durante una sessione live su un Arturia Minibrute.

Un altro esempio in cui il Tremolo viene applicato ad un piano elettrico Vintage Rhodes 73, ecco cosa intendevamo come “suono romantico”. Strymon Flint Tremolo.

Pedali effetto Plus

Perché Plus? perché di seguito vi mostreremo un piccolo elenco di pedali effetti fatti appositamente con l’intenzione di stravolgere i suoni e renderli desiderabili al massimo. Iniziamo con la ditta americana Meris e i suoi fantastici effetti.

La ditta Canadese empresseffects ha creato un pedale effetto, che è tutto, sintetizzatore, effetto, sequenze, lo ZOIA… guardate il video!

E dall’America abbiamo la ditta Eventide con una serie di pedali effetti solidi, presenti nel suono e con un sacco di parametri per creare il vostro effetto. Qua, accompagna il sintetizzatore ROLAND Boutique JP-08.

Dedichiamo ancora due pedali effetti per chitarra, che trasformano i suoni una chitarra e un basso in suoni da sintetizzatore, sta a voi immaginare cosa possano fare con sintetizzatori, l’immaginazione è l’ultima frontiera.

La ditta cinese MOOER propone il pedale effetto E7 con 7 timbri di sintetizzatore, un arpeggiatore, memoria per i propri preset, upgradabile via USB.

Dall’ Ungheria, la casa produttrice PandaMidi crea per il basso il pedale effetto FUTURE IMPACT v3, nuovi suoni per il vostro basso o sintetizzatore.

SITO UFFICIALE: http://pandamidi.com/store/future-impact-i-bass-guitar-synth

Conclusioni

Grazie per essere arrivati in fondo a questo articolo, speriamo di avervi schiarito le idee su alcuni dei migliaia di pedali per “sintetizzatori” in circolazione. Esistono pedali per ogni necessità, fatevi ispirare e sperimentate di tutto!

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments