DJ HELL

L’artista musicale che prenderemo in esame in questo articolo è DJ HELL, produttore tedesco con più di 40 anni di attività nel mondo della musica, a lui si attribuisce di far parte dei i creatori del genere Electroclash, produttore, proprietario di etichetta, attivista politico e direttore artistico, insomma ha tutto quello che serve per potersi definire icona artistica.

Inizi

Nato Helmut Josef Geier nel 1962 nella regione tedesca della Bavaria, cresce con l’attitudine alla sperimentazione musicale e inizia la carriera da dj nel ’78, suonando in diversi club tedeschi. Il suo stile è eclettico e vario, mixa generi che vanno dall’HipHop al Rock, alla New Wave.

Si afferma nel panorama musicale nel 1992 col suo primo singolo auto prodotto “My Definition of House Music”.

Nel 1993 si reca a New York e conosce Jeff Mills, con cui suona per la famosa catena di club americani Limelight. Negli anni a seguire torna in Germania e nel ’94 debutta col suo primo album “Geteert & Gefedert (Tarred & Feathered) Incatramato & Piumato.

Album Geteerd und Gefedert – Dj Hell.

E’ un album a parer nostro molto “tedesco”, con suoni che includono veloci linee acide di basso e armonie derivanti dalla new wave, il tutto condito da ritmiche dure, techno, che scorrono come treni o che ti accompagnano in un viaggio viscerale verso introspezione personale.

Electroclash

In molti sono d’accordo sul fatto che Dj Hell sia uno tra gli inventori del genere musicale conosciuto come Electroclash. L’Electroclash è un genere che unisce elementi di acid house alla new wave, il tutto suonato da drum machine e sintetizzatori.

I suoni che usa sono unici e originali, nessuno finora aveva provato a rivestire la techno music di una nuova veste, lui lo fa e nel 1996 fonda la sua etichetta INTERNATIONAL DEEJAY GIGOLOS.

Il logo della International Deejay Gigolos

Curiosità, nel 1999 questa copertina fu al centro di una disputa legale tra Dj Hell e niente poco di meno che Arnold Schwarzenegger! Il culturista non fu d’accordo a prestare la sua immagina al progetto di Dj Hell, che si vide costretto a ritirare il logo, i prodotti venduti con quella copertina e a pagare una cifra di 150 mila euro.

Completava le caratteristiche di questo genere musicale, una forte componente sessuale ostentata in modo ironico, stile Burlesque. Altri artisti importanti nel genere sono I-F, Christopher Just, Chris Korda e il super duo Miss Kittin & The Hacker.

I-F – Space Invaders Are Smoking Grass
Christopher Just – I’m A Disco Dancer
Chris Korda – Save The Planet Kill Yourself
Miss Kittin & The Hacker – 1982

Dal 1996 al 2016 Dj Hell ha rilasciato oltre 300 singoli e album sull’etichetta International Deejay Gigolos. Tra gli artisti che compongono questo genere abbiamo anche Felix da Housecat, Chicks on Speed, e i Fischerspooner.

Felix da Housecat – Silver Screen (Shower Scene) con la voce di Miss Kittin
Fischerspooner – TopBrazil

Dj Hell – Munich Machine

Nel 1998, esce il suo secondo album, Munich Machine, un album molto importante per lui, la critica lo acclama come l’identità cresciuta di Dj Hell, un album che contiene diversi momenti musicali che vanno dall’electroclash (traccia Dominatrix), alla house (traccia Copa) a strizzare l’occhio a Giorgio Moroder (traccia Berimbau).

Un album che ogni intenditore di techno dovrebbe avere nella propria libreria musicale.

Anni 2000

Nei primi anni 2000 si conferma anche come responsabile di Booking per diversi artisti tra cui Sven Väth e Jeff Mills. Torna in America nel 2003 e produce il suo terzo album NY Muscle in cui collabora con diversi artisti. Il suono è molto “americano” un bellissimo viaggio nei club notturni newyorkesi.

In rete si possono trovare cd dell’album usato a prezzi interessanti, nuovo a prezzi esorbitanti…

Nel frattempo diviene sempre più un’icona e alcune sue foto artistiche finiscono anche alla Galleria di Berlino. Continua i suoi tour attorno al mondo e cura le musiche per brand del mondo della musica come Hugo Boss e Donatella Versace, affermando che moda e musica vanno a stretto contatto, citando David Bowie per il maschile e Grace Jones per il femminile.

Nel 2009 esce l’album di Dj Hell “Teufelswerk (Devil’s Work)” il Lavoro del Diavolo, con cui collabora con artisti del calibro di Bryan Ferry dei Roxy Music nel brano U can dance.

L’album è ben curato e non è mai troppo eccessivo, adeguato ai tempi, denota una particolare attenzione alle tendenze musicali da parte di Dj Hell.

DJ HELL fuori dalla Musica

Dj Hell è anche un attivista politico, dal 2009 supporta il gruppo attivista Ukraino FEMEN, è oltretutto un grandissimo supporter del club calcistico FC BAYERN MUNICH ed è curatore designato per il Museum of Modern Electronic Music (MOMEM) di Francoforte.

L’articolo è terminato, speriamo di avervi fornito un buon quadro generale sulla vita musicale di una delle più importanti icone della musica elettronica. Grazie e a presto con altre Icone Musicali!

5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments